100 e lode per l’Istituto Marcelline di Arona che sforna maturandi di altissima qualità

100 e lode per l’Istituto Marcelline di Arona che sforna maturandi di altissima qualità

25 Giugno 2020 0 Di Luna Turelli
Condividi se ti piace

Un 100 con lode di Elisa Iaconianni, un 100 e un 98, 3 votazioni nel range del 90 e un 86 sono “i numeri” dati ai maturandi all’Istituto Marcelline di Arona, cittadina del Lago Maggiore in Alto Piemonte.

Elisa Iaconianni, Federica Carbonatto, Ludovica Valletta, Alice Romerio, Elettra Sinagra, Anastasia Manna e Ntiri Samuel portano ulteriore lustro al buon nome della scuola.

Vanno ad aggiungersi anche i brillanti risultati di Alice Fasano, che ha frequentato 5 anni di Convitto e frequentato la scuola Maggia uscendo dalla maturità con il 100 e un’altra Convittrice, Beatrice Beccaria, rimasta alle Marcelline per 5 anni uscita con 92, segno che la tenacia da parte di insegnanti /educatori e allievi porta sempre a splendidi risultati.

Risultati che testimoniano il brillante lavoro svolto dall’Istituto paritario di Cultura e Lingue che viene quindi promosso a pieni voti.

Liceo tornato a “nuova vita” nel 2015, grazie alla tenacia e lungimiranza della legale rappresentante suor Anna Monia Alfieri, la preside Diana De Micheli, l’allora madre generale suor Maria Angela Agostoni, la superiora Laura Radif presente fino a due anni fa che ha creduto e sostenuto il progetto e l’attuale superiora suor Elisa Torraco oltre al pieno appoggio del sindaco Alberto Gusmeroli andando a completare l’offerta formativa proposta dalla scuola, dall’asilo nido alla materna, dalle elementari alle medie.

Insieme hanno creduto nella nuova sfida di un liceo linguistico di qualità, progetto che unisse i valori delle scuole Marcelline con le esigenze del territorio.

Il corpo docente altamente selezionato ha contribuito al successo attraverso una didattica interdisciplinare che ha potuto evidenziare abilità e competenze. Tra queste proprio le lingue straniere, non solo inglese, spagnolo e tedesco.

Ma anche l’insegnamento e lo studio del cinese a partire dal secondo biennio.

Alta l’offerta formativa con certificazioni linguistiche, soggiorni studio all’estero, clil, potenziamento lingue, ma anche geografia fino alla quinta e storia dell’arte studiata fin dal primo anno, oltre alla possibilità di seguire corsi extrascolastici.

Chi arriva da lontano si può appoggiare poi al Convitto «pronto a consolidare tutoraggio-servizio educativo e continuità nella crescita adolescenziale e nello studio supportato».

Spiegano la Responsabile Convitto Superiora Elisa Torraco e referente tutoraggio D‘Alessandro Monica.

Anche l’amministrazione Aronese in questo periodo di Covid-19, ha sostenuto economicamente le scuole paritarie con un significato contributo di 30 mila euro.

Ma la vicinanza alle paritarie è stata dimostrata anche lo scorso 18 giugno dal sindaco di Arona e parlamentare Alberto Gusmeroli, presente in piazza.

E’ sceso di fronte a Montecitorio in occasione del flash mob al fianco di suor Anna Monia Alfieri e di quanti si battono per la paventata chiusura di un terzo degli istituti a settembre «con il rischio di perdere migliaia di posti di lavoro e un patrimonio di valori commenta Gusmeroli.

Ad Arona le sosteniamo da anni e nel “Piano Marshall” abbiamo stanziato aiuti straordinari anche per queste fondamentali realtà del territorio.

Faremo il possibile per aumentare gli stanziamenti del Governo nel decreto Rilancio».

Condividi se ti piace