marcelline arona lode
0 4 minuti 3 anni
Condividi se ti piace

Un 100 con lode di Elisa Iaconianni, un 100 e un 98, 3 votazioni nel range del 90 e un 86 sono “i numeri” dati ai maturandi all’Istituto Marcelline di Arona, cittadina del Lago Maggiore in Alto Piemonte.

Elisa Iaconianni, Federica Carbonatto, Ludovica Valletta, Alice Romerio, Elettra Sinagra, Anastasia Manna e Ntiri Samuel portano ulteriore lustro al buon nome della scuola.

Vanno ad aggiungersi anche i brillanti risultati di Alice Fasano, che ha frequentato 5 anni di Convitto e frequentato la scuola Maggia uscendo dalla maturità con il 100 e un’altra Convittrice, Beatrice Beccaria, rimasta alle Marcelline per 5 anni uscita con 92, segno che la tenacia da parte di insegnanti /educatori e allievi porta sempre a splendidi risultati.

Risultati che testimoniano il brillante lavoro svolto dall’Istituto paritario di Cultura e Lingue che viene quindi promosso a pieni voti.

Liceo tornato a “nuova vita” nel 2015, grazie alla tenacia e lungimiranza della legale rappresentante suor Anna Monia Alfieri, la preside Diana De Micheli, l’allora madre generale suor Maria Angela Agostoni, la superiora Laura Radif presente fino a due anni fa che ha creduto e sostenuto il progetto e l’attuale superiora suor Elisa Torraco oltre al pieno appoggio del sindaco Alberto Gusmeroli andando a completare l’offerta formativa proposta dalla scuola, dall’asilo nido alla materna, dalle elementari alle medie.

Insieme hanno creduto nella nuova sfida di un liceo linguistico di qualità, progetto che unisse i valori delle scuole Marcelline con le esigenze del territorio.

Il corpo docente altamente selezionato ha contribuito al successo attraverso una didattica interdisciplinare che ha potuto evidenziare abilità e competenze. Tra queste proprio le lingue straniere, non solo inglese, spagnolo e tedesco.

Ma anche l’insegnamento e lo studio del cinese a partire dal secondo biennio.

Alta l’offerta formativa con certificazioni linguistiche, soggiorni studio all’estero, clil, potenziamento lingue, ma anche geografia fino alla quinta e storia dell’arte studiata fin dal primo anno, oltre alla possibilità di seguire corsi extrascolastici.

Chi arriva da lontano si può appoggiare poi al Convitto «pronto a consolidare tutoraggio-servizio educativo e continuità nella crescita adolescenziale e nello studio supportato».

Spiegano la Responsabile Convitto Superiora Elisa Torraco e referente tutoraggio D‘Alessandro Monica.

Anche l’amministrazione Aronese in questo periodo di Covid-19, ha sostenuto economicamente le scuole paritarie con un significato contributo di 30 mila euro.

Ma la vicinanza alle paritarie è stata dimostrata anche lo scorso 18 giugno dal sindaco di Arona e parlamentare Alberto Gusmeroli, presente in piazza.

E’ sceso di fronte a Montecitorio in occasione del flash mob al fianco di suor Anna Monia Alfieri e di quanti si battono per la paventata chiusura di un terzo degli istituti a settembre «con il rischio di perdere migliaia di posti di lavoro e un patrimonio di valori commenta Gusmeroli.

Ad Arona le sosteniamo da anni e nel “Piano Marshall” abbiamo stanziato aiuti straordinari anche per queste fondamentali realtà del territorio.

Faremo il possibile per aumentare gli stanziamenti del Governo nel decreto Rilancio».

Condividi se ti piace

Lascia un commento