Angera: una pinacoteca sul lago con i murales di Ravo

Angera: una pinacoteca sul lago con i murales di Ravo

17 Agosto 2019 Off Di Paola Montonati
Condividi se ti piace

Ci saranno presto altri murales accanto a quello ispirato dal Caravaggio ad Angera: il centro storico del borgo in riva al Lago Maggiore, ospiterà di nuovo l’artista Andrea Ravo Mattoni.

L’artista di fama internazionale già nel settembre 2016 fu chiamato dall’Amministrazione Molgora, a valorizzare il centro storico realizzando il grande murale ispirato a Caravaggio.

Andrea Ravo Mattoni, è praticamente un enfant du pays, essendo nato a Varese nel 1981, viene da una famiglia di artisti, il padre Carlo era un artista di arte concettuale e comportamentale, illustratore e grafico, lo zio Alberto con lo pseudonimo di Matal, fu creatore del personaggio Lillibeth, mentre il nonno Giovanni Italo è stato tra i creatori delle figurine Liebig e Lavazza.

Dalla sua Ravo, dopo una fase hip-pop, ha maturato una grande passione per la storia dell’arte, per grandi pittori del passato, soprattutto verso il Barocco e Caravaggio. Lavorando poi in tutta Europa, dalla Francia alla Spagna, da Belgio e Inghilterra, alla Svizzera.

Uno dei suoi sogni era quello di riuscire a realizzare prima possibile una sorta di museo a cielo aperto, e ad Angera lo sta realizzando.

Così con Ravo, altri sei murales si aggiungeranno al “Fanciullo con canestra di frutta”, ispirato al quadro di Caravaggio, che si trova nella centrale via Greppi e che venne realizzato con oltre 180 bombolette spray.

Un lavoro apprezzato che ha spinto l’amministrazione a ricercare l’artista, sfruttando anche il progetto Angera hub del Lago Maggiore, cofinanziato da Regione Lombardia.

Angera è premiata dalla Regione per il suo progetto di valorizzazione dei piccoli borghi, portando a casa 42.210 euro da dedicare al potenziamento dell’attrattività turistica locale di qualità.

“Si concretizza così la tanto attesa Pinacoteca a cielo aperto”, ha chiosato Valeria Baietti, assessore alla Cultura e al Turismo.

L’artista lavorerà di nuovo nel borgo dal 19 al 25 agosto, sotto gli occhi di tutti, in piazzetta ex-Sama, via Greppi.

Sei nuovi interventi che verranno collocati sui muri del centro storico: si passerà da affreschi angeresi poco noti, conservati in edifici del paese, e poi un’opera ispirata a un disegno di Leonardo da Vinci, in omaggio ai 500 anni dalla scomparsa del genio toscano.

Sarà possibile anche assistere alla performance artistica: domenica 25 agosto alle 10 verranno organizzati dei tour di backstage artistico gratuiti della durata di un’ora e mezza, accompagnati da una guida esperta.

Il tour, su prenotazione obbligatoria è con posti limitati, partirà dal Museo Archeologico in via Marconi, 2 alle ore 10:00.

Iscrizioni presso l’Infopoint turistico entro e non oltre le ore 13.00 di venerdì 23 agosto. Nella stessa giornata, anche dai Baranzit partirà alle ore 9.30 da Via Volturno una passeggiata guidata da un istruttore qualificato della Ass. Salus Group ASD per raggiungere il centro storico e vedere l’artista all’opera.

La Pinacoteca a cielo aperto sarà ufficialmente inaugurata venerdì 30 agosto alle 17.30, per dare così inizio alle manifestazioni della sesta edizione del settembre angerese.

Condividi se ti piace