Ca’ Dario a Venezia: il palazzo maledetto

Ca’ Dario a Venezia: il palazzo maledetto

5 Febbraio 2020 Off Di Riccardo Alessandro Reina
Condividi se ti piace

Il bellissimo palazzo di Venezia, Ca’ Dario, nasconde una storia inquietante. Si tratta di una leggenda?

Affacciato sul Canal Grande a Venezia, tra Santa Croce e San Polo troviamo lo splendido palazzo Ca’ Dario nel sestiere di Dorsoduro.

La struttura, che si trova esattamente all’ingresso del Rio delle Torreselle, si fa subito riconoscere per la sua maestosità e l’eleganza che da sempre lo contraddistinguono.

La sua fama in realtà precede la sua vista, ma non solo per l’imponente bellezza. La storia segreta che le stanze di Ca’ Dario cela è piuttosto inquietante. La leggenda, se di questo si tratta, dell’elegante palazzo veneziano narra che chiunque compri la casa sia destinato a terribili sciagure.

In particolare si racconta che i proprietari del palazzo siano morti per cause accidentali piuttosto bizzarre. Ma si tratta di realtà o è solo una leggenda che popola le strade della bella Venezia?

Ca’ Dario è stata commissionata nel 1479 da Giovanni Dario, allora segretario del Senato della Repubblica Venezia. Costruita in perfetto stile veneziano, la struttura ha da subito acquisito questa inquietante fama a causa delle misteriosi morti che si sono succedute al suo interno.

La storia vuole che dopo la morte di Giovanni Dario, il palazzo passò a sua figlia Marietta e a suo marito che morì accoltellato. Anche la donna poco dopo morì ma suicidandosi. Ma è solo nel 1800, a seguito di altri incidenti, che il palazzo acquisisce la fama di casa maledetta.

Prima il commerciante armeno Arbit Abdoll poi lo studioso inglese Radon Brown e, infine, l’americano Charles Briggs.

Le morti di questi uomini avevano tutte una cosa in comune: queste persone erano i proprietari di Ca’ Dario. Con il tempo la lista si è infoltita di nomi di uomini illustri che hanno subito drammi simili, ovvero suicidi o morti accidentali inspiegabili.

Nel 2000 il famoso regista Woody Allen si interessò al palazzo per l’acquisto, ma viste le strane leggende sulla struttura, rinunciò alla trattativa. Attualmente Ca’Dario è di proprietà di una multinazionale americana ma non è abitata da nessuno, le motivazioni sono piuttosto intuibili.

Ma perché il palazzo veneziano sarebbe maledetto? Secondo alcune ipotesi questo fu eretto su un antico cimitero dei templari anche se nessuna fonte può confermare la supposizione.

Secondo altri all’interno di Ca’ Dario, ancora oggi, vivono tutti i fantasmi dei precedenti proprietari che hanno perso la vita. Insomma, se si tratta di realtà o di leggenda non possiamo saperlo, ma una cosa è certa: tutti i veneziani preferiscono tenersi ben lontani dal palazzo.

FONTE: SiViaggia

Condividi se ti piace