Corto Maggiore arriva ad Arona

Corto Maggiore arriva ad Arona

23 Agosto 2019 Off Di Paola Montonati

Dopo l’edizione ad Angera di luglio, giovedì 29 agosto Corto Maggiore ritorna ad Arona sul Lago Maggiore, per la quarta edizione nella città piemontese.

L’appuntamento sarà dalle 21 in Piazza San Graziano, suggestiva cornice della serata dedicata alla rassegna di cortometraggi, alla musica e all’intrattenimento.

Sei cortometraggi provenienti da tutt’Italia saranno i protagonisti della kermesse aronese, presentati da Alice Mirani, speaker di Blu Radio e da Fabrizio Zaninelli, presidente di Corto Maggiore e per la seconda volta conduttore, dopo l’esperienza di aprile a Somma Lombardo.

Per la regia, invece, è stato riconfermato ancora una volta Matteo Iamundo e Francesco Ponti nel ruolo di suo vice.

Nata da un’idea di Fabrizio Zaninelli e Pierluigi Parnisari, quest’edizione del festival è organizzata dalla Pro Loco di Arona, infatti i membri Alberto Tampieri e Camilla Botteselle, rispettivamente presidente e vicepresidente, premieranno gli aronesi Piero Guazzoni e Simona Todescato, come omaggio alle tante iniziative promosse nella cittadina piemontese alle porte del Lago Maggiore, tra cui la lettura di poesie e corsi dialettali, la mostra Immagini e Paesaggi lacustri e la nascita del gruppo Facebook da oltre seimila iscritti Arona – il sorriso più bello del Lago Maggiore.

A dare il via alla serata sarà un giovane cineasta di Arona, Rodolfo Gusmeroli, premiato ad Angera, proprio in occasione di Corto Maggiore, che presenterà il suo corto dalle atmosfere anni Settanta e i toni pulp.

Il festival proseguirà con Fall in love di Paolo Talamonti, Nooh di Edoardo Bramucci e La Viaggiatrice di Ludovica Zedda, con i registi come ospiti speciali.

Da segnalare, tra i corti proiettati, anche la delicata tematica protagonista del corto Linda di Vincenzo Greco, che affronta in modo del tutto originale la violenza di genere.

In chiusura sarà riproposto Remember di Andrea Zamburlin, corto del 2010 con protagonista l’attore aronese Diego Riccobene.

Una grande novità sarà l’esposizione di tre opere originali, provenienti dalla mostra 3D Look at me deeply e realizzate da Fabrizio e Matteo Iamundo per un progetto visivo inedito, che vede la produzione di opere in acrilico su tela, miste ad arte digitale.

L’immagine stereoscopica in 3D, detta anaglifo., è riprodotta minuziosamente in acrilico diventando visibile tramite gli occhiali con lenti rosse e blu che saranno distribuiti al pubblico nel corso della grande serata di Corto Maggiore Arona.

Ci sarà uno spazio anche per la musica, curata dal giovane ma talentuoso Gabriel Carini, che vanta già prestigiose apparizioni televisive come a Italia’s Got Talent 2016 e I Fatti Vostri, oltre ad essere conosciuto nella scena musicale locale nonostante abbia solo 15 anni.