Farmaco russo che cura la Covid-19. Ma esiste davvero?

Farmaco russo che cura la Covid-19. Ma esiste davvero?

22 Marzo 2020 Off Di Riccardo Alessandro Reina
Condividi se ti piace

Si sono diffuse notizie e video riguardanti una presunta cura efficace per la malattia da #Coronavirus usata in paesi come la Russia e la Cina.

In base ai video che hanno pubblicizzato la notizia, questa cura sarebbe un farmaco presente nel mercato dei due Paesi, l’#Arbidol. LEGGI TUTTO

Il farmaco esiste e fa parte del gruppo ben conosciuto dei farmaci antivirali.

Cosa sono i farmaci antivirali?

I farmaci antivirali sono quei farmaci che hanno come obiettivo quello di impedire a un virus di replicarsi e causare la malattia o i sintomi della malattia. La cura delle malattie virali è molto difficile quando non impossibile e spesso la medicina si deve limitare a diminuirne i sintomi.

Questi farmaci, la cui efficacia è discussa e spesso dubbia, agiscono sui meccanismi di replicazione dei virus diminuendone la diffusione nelle cellule dell’organismo. Spesso, accanto a questo meccanismo, riescono anche a stimolare la risposta immunitaria, così da rendere più resistente l’organismo all’attacco del virus.

Questo sembra valere anche per l’Arbidol.

Cos’è l’Arbidol?

L’Arbidol è un farmaco il cui principio attivo è l’Umifenovir con azione antivirale e il suo scopo è proprio quello di mitigare o abbreviare i sintomi delle malattie da virus, in particolare di quelli che causano l’influenza. In Italia (e negli Stati Uniti) il farmaco non è in vendita e ne esistono altri simili, uno dei quali (l’Oseltamivir) è stato usato in occasione delle ultime pandemie influenzali con risultati dubbi.

Non si tratta certamente di prodotti “segreti” o sconosciuti, il farmaco fa parte di una categoria precisa, studiata e alla quale appartengono numerosi farmaci in vendita in Europa e in Italia. La discussione verte sulla sua efficacia che, pur studiata, non è così chiara.

In queste settimane il suo uso è stato proposto anche per Covid-19, la malattia causata da SARS-Cov-2 (popolarmente detto “Coronavirus”).

L’Umifenovir è una cura efficace?

Il Servizio Federale Antimonopolio russo ha riconosciuto come ingannevole la pubblicità dell’Arbidol come mezzo per il trattamento del Coronavirus, diffusa a gennaio per radio [1].

Inoltre, l’Accademia russa di Scienze mediche ha affermato che non ci sono sufficienti prove scientifiche che sostengano l’efficacia del farmaco e gli studi che abbiamo a disposizione sono molto discutibili.

In uno per esempio, il farmaco confrontato con un placebo ha ridotto solo di un giorno i sintomi dell’influenza nei soggetti testati e in un altro, confrontandolo con altri farmaci antivirali noti, i risultati sono stati simili [2,3].

Non ci sono quindi particolari motivi per ritenere che questo farmaco sia preferibile ad altri già utilizzati o che abbia effetti particolarmente favorevoli, e non si può ritenere questo farmaco come “la cura” per la malattia causata da SARS-Cov-2. Si deve aggiungere che gli studi in proposito sono pochi e in genere su riviste scientifiche di basso impatto.

farmaco

Bibliografia

FONTE: Dottoremaèveroche

Condividi se ti piace