Festa dello Speck Alto Adige a Val di Funes: i sapori di una volta

Festa dello Speck Alto Adige a Val di Funes: i sapori di una volta

28 Settembre 2019 Off Di Paola Montonati
Condividi se ti piace

Il 5 e 6 ottobre in Val di Funes si terrà la Festa dello Speck Alto Adige IGP (indicazione geografica protetta), contraddistinto dalla classica pettorina verde.

La produzione di speck è una delle tradizioni più note in Alto Adige e in Val di Funes a fine settembre o inizio ottobre un weekend è dedicato a questo importante prodotto di qualità.


Sabato la festa si terrà seguendo il tema del mondo contadino, dove sarà possibile scoprire un mondo fatto di lavoro, fatica e di tradizioni vere e vissute.

Anche le pecore dell’antica razza Villnösser Brillenschaf diventeranno protagoniste della festa, con il pane fresco cotto sul posto in grandi forni, molti prodotti tipici contadini potranno essere acquistati direttamente dai produttori e non mancherà l‘artigianato tipico della vallata.

La domenica, oltre a poter assaggiare tante specialità e pietanze a base di speck, ci sarà l’incoronazione della Regina dello Speck, un intrattenimento musicale e una dimostrazione di Hans Mantinger, conosciuto come Gletscherhans che affetta lo speck in maniera magistrale.

La Val di Funes in Alto Adige, piccola, accogliente, verdeggiante, dal rio di Funes fino agli alpeggi ai piedi dei monti pallidi, è una delle valli dolomitiche più tranquille e suggestive, con i tre paesini del fondovalle che sono Tiso, San Pietro e Santa Maddalena.

Ben attrezzata per il turismo sia estivo che invernale per accogliere escursionisti e alpinisti, la Val di Funes, con i suoi sentieri escursionistici facili, ma anche impegnativi, cime uniche,  vie ferrate con gioghi montuosi, circhi glaciali, è un vero e proprio paradiso per gli amanti della montagna. Non dimentichiamo che ha dato i  natali a Reinhold Messner.

Ci sono gli enormi coni di ghiaia grigia sovrastati da pareti a strapiombo, spuntoni rocciosi e cime che, a seconda dell’ora, hanno una colorazione ocra, pallida, rosa o rosso rame e il sole trasforma le Odle in uno spettacolo di colori.

In inverno tra la Pista da fondo Passo delle Erbe di 12 km da Croce Russis, l’Anello da fondo Malga Zannes di 4 km dalla Malga Zannes e il Centro fondo Passo delle Erbe di 7 km ci si può immergere in un paesaggio immacolato e incantevole per praticare il trekking su sentieri tracciati, spolverati di neve candida, inoltrarsi sulle ciaspole nel Parco Naturale Puez – Odle, per godere dell’ospitalità di rifugi accoglienti, raggiungibili senza problemi anche in inverno e tornare a valle in slitta.

Maggiori info sono sul sito www.speckfest.it

Condividi se ti piace