Forme 2019 a Bergamo: quando il formaggio racconta la sua storia

Forme 2019 a Bergamo: quando il formaggio racconta la sua storia

18 Ottobre 2019 Off Di Paola Montonati
Condividi se ti piace

Con la quarta edizione torna Forme, la manifestazione dedicata all’arte casearia italiana a Bergamo dal 17 al 20 ottobre con un calendario ricco d’iniziative e attività per chi vuole unire l’amore per il formaggio a un’esperienza unica fatta di turismo, gastronomia e cultura.

Forme è l’evento per conoscere il patrimonio caseario italiano, con lo scopo di promuovere la conoscenza dei formaggi, delle tecniche di produzione, del territorio d’origine e della loro storia.

Quest’anno la fiera ospita i World Cheese Awards, le Olimpiadi dei formaggi che arrivano per la prima volta in Italia organizzati da The Guild of Fine Food, che da 31 anni premiano i migliori produttori del pianeta, dai piccoli artigiani ai grandi brand.

Per ripercorrere la storia del premio, il 19 e il 20 ottobre nel cuore della Città Alta sarà allestita la mostra And the winner is… che riunirà per la prima volta, nella cornice del Palazzo della Ragione, i vincitori di tutte le scorse edizioni di World Cheese Awards.

Nello stesso padiglione dei World Cheese Awards venerdì 18 ottobre sarà ufficialmente inaugurato al pubblico il Cheese Festival, il grande spettacolo di arte casearia aperto a tutti con un ricco programma di degustazioni, abbinamenti e corsi.

Sabato 19 e domenica 20 ottobre in Piazza Vecchia, si terrà la mostra mercato “The Cheese Valleys” dedicata alle specialità casearie delle province di Bergamo, Lecco e Sondrio coinvolte nel progetto della candidatura di Bergamo come Città Creativa UNESCO per la Gastronomia.

Ma Forme 2019 non sarà solo gusto, vista e olfatto, infatti fal 18 al 20 ottobre all’interno della manifestazione verrà data particolare attenzione anche all’ascolto con le installazioni Paesaggi sonori di Carlo Giordani, per immergersi totalmente nell’atmosfera di un alpeggio e seguire il formaggio nel suo viaggio dal pascolo alle scalere della stagionatura.

Durante la manifestazione i formaggi con un grado eccellente di conservazione, dopo le diverse attività, saranno consegnati alla Fondazione Banco Alimentare Onlus, che provvederà a redistribuirli attraverso la propria rete.

Inoltre Banco Alimentare, una delle realtà più importanti nell’orizzonte della solidarietà e che raccoglie eccedenze alimentari, sarà presente con uno stand all’interno della Fiera di Bergamo, dove il pubblico potrà effettuare una donazione da convertire in formaggio.

Il supporto di Forme alla Fondazione nasce nel segno della responsabilità e del rispetto, all’interno di una visione che prevede uno sviluppo sostenibile del mondo alimentare.

Durante la fiera anche buyer e produttori avranno l’opportunità di fare propria la missione di Banco Alimentare nel workshop Niente sprechi: una responsabilità da condividere, per riflettere sui modelli di sviluppo possibile in campo agroalimentare, alla ricerca di percorsi a sostegno della povertà ed esclusione sociale, attraverso gesti concreti ed efficaci.

Per celebrare la filosofia della Fondazione, sabato 19 ottobre Forme organizzerà una serata di beneficenza su invito, Buono come il formaggio, nella suggestiva Sala delle Capriate del Palazzo della Ragione, che avrà come ospite l’artista Cinzia Tedesco che interpreterà le opere di Verdi in chiave jazz nel concerto Verdi’s Mood e l’intero ricavato verrà devoluto a Banco Alimentare.

Il calendario di tutti gli eventi è sul sito www.progettoforme.eu.

Condividi se ti piace