I borghi della Franconia

I borghi della Franconia

22 Maggio 2020 0 Di Paola Montonati
Condividi se ti piace

La Franconia, regione storica della Germania, divise in tre circoscrizioni territoriali tutte connesse alla Baviera, Oberfranken, Mittelfranken e Unterfranken, che fanno parte dell’Alta Baviera, ha una ricca storia artistica e culturale.

Tutto cominciò nel Medioevo, quando parte dell’alta pianura renana, composta dai paesi del Meno, del Neckar, della Lahn e della Fulda, formavano la Francia Orientale, che divenne ducato sotto Ottone I imperatore.

Con tempo la denominazione di Francia Orientale indicò solo la parte orientale del territorio della Francia Orientale, detto Occidentale, poi diventata la parte del ducato formata dai territorî di Magonza, Worms e Spira.

Alla Franconia Orientale si aggiunsero poi, con Norimberga, i territori che facevano parte della diocesi di Eichstätt, con i vescovati di Würzburg, Bamberga ed Eichstätt, i margraviati di Ansbach, Bayreuth, le contee di Henneberg, Rieneck, Wertheim, Castell, Hohenlohe, le città imperiali di Norimberga, Rothenburg, Windsheim, Weissenburg, Schweinfurt, cioè tutto il bacino percorso dal Meno e dai suoi affluenti, ora diviso in Alta, Media e Bassa Franconia, che fanno parte della repubblica di Baviera.

Castelli come il Kaisersdom di Bamberga o la Fortezza Marienberg di Wurzburg, nella Bassa, senza dimenticare Pottenstein, Greifenstein e Unteraufsess, oggi raccontano questa lunga e complicata storia, oltre ad essere una testimonianza della posizione centrale delle vie commerciali di un tempo.

Ma la Franconia è anche la patria della birra, con una serie di birrerie e birrifici che non hanno eguali al mondo, ma anche il vino e i distillati sono prodotti in ottime quantità, grazie al buon clima della zona.

In alcune località della regione c’è lo storico percorso della Romantische Strasse, tra le strade turistiche più amate d’Europa.

Ma gli iniziatori dello sviluppo turistico di questa zona furono gli scrittori berlinesi Wilhelm Tieck e Heinrich Wackenroder che ne scoprirono la bellezza 200 anni, tra il fascino di paesini rurali, vecchie rovine, castelli e roccheforti.

Bizzarre formazioni rocciose si notano nelle vallate dei fiumi Wiesent, Püttlach e Trubach, dove si sono formate, nel corso di milioni di anni, una miriade di grotte dalle notevoli dimensioni come quelle della Teufelshöhle o la Sophienhöhle.

Una natura così varia ha fatto della Svizzera Francone il paradiso dei camminatori, con una serie di percorsi tracciati per indimenticabili tour a piedi o in bicicletta, inoltre ci si può fermare in una delle numerose locande locali per riposare e recuperare le forze grazie alla cucina locale, famosa per i suoi arrosti e stinchi di maiali, con una serie di eccellenti birre locali.

Non mancano i musei, come quello locale di Tüchersfeld, o quello della casa natale di Levi Strauss, ideatore dei blue jeans, a Buttenheim.

Condividi se ti piace