Mostre da non perdere in Italia nel 2019

Mostre da non perdere in Italia nel 2019

2 Marzo 2019 0 Di Conor O'Malley
Se ti piace condividi... grazie

Grandi nomi, installazioni stupefacenti e opere di artisti indimenticabili: il 2019 –  così come è stato per il 2018 –  si preannuncia ricco di eventi da non perdere.

Tantissimi appuntamenti con l’arte che permettono al pubblico di approfondire la storia e la cultura, ma anche di dare uno sguardo alle tendenze del futuro grazie a nomi di oggi che hanno saputo distinguersi per la loro unicità nel panorama internazionale.

Ecco una selezione delle più belle mostre del 2019.

Banksy (Milano)

Si chiama “A Visual Protest – The art of Banksy” ed è la mostra dedicata al misterioso artista che tanto ha saputo far parlare di sé nel corso degli anni. 

Ospitata al Mudec – Museo delle Culture di Milano, ha preso il via a novembre 2018 e resterà in allestimento per il pubblico fino al 14 aprile 2019. Artista e writer inglese, di cui non si conosce l’identità, è uno dei rappresentanti della street art contemporanea.

La mostra mette insieme un’ottantina di lavori tra dipinti, prints numerati, oggetti, foto, copertine di dischi e 40 memorabilia. Gli orari per visitarla (come riportati sul sito) sono: lunedì 10,30 – 19,30; martedì, mercoledì e venerdì 9,30 – 19,30; giovedì, sabato e domenica 9,30 – 22,30.

Antonello Da Messina (Milano)

Fino al 2 giugno 2019 a Palazzo Reale di Milano si potranno ammirare i capolavori diAntonello Da Messina grazie a “Dentro la pittura”, una mostra particolare perché, accanto alle opere, sono esposti i taccuini di Giovanni Battista Cavalcaselle critico che si occupò per primo di ricostruire il catalogo dell’artista siciliano. Gli orari per accedere all’esposizione sono visibili sul sito internet ufficiale.

Marc Chagall (Napoli)

Fino al 30 giugno 2019 a Napoli nella Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum si potrà ammirare l’arte di Marc Chagall. Sono circa 150 le opere in mostra tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni che provengono da collezioni private. 

“Chagall. Sogno d’amore” è un’esposizione curata da Dolores Duràn Ucar e racconta attraverso cinque sezioni il mondo onirico dell’artista. Come riporta il sito la mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20.

Salvador Dalì (Matera)

La capitale Europea della Cultura 2019 ospita le opere affascinanti di Salvador Dalìcon la mostra “La persistenza degli opposti”. La location è il complesso rupestre di Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci dove si possono ammirare 150 opere tra sculture, illustrazioni, opere i vetro, arredi ed exhibit multimediali.

Il tutto suddiviso secondo quattro tematiche.  L’apertura è dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 18, come riporta il sito internet ufficiale.

Theo Jansen (Milano)

Fino al 19 maggio 2019 il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano ospita “Dream Beasts – Le spettacolari creature di Theo Jansen”. Le sua sculture sono realizzate spirandosi al mondo animale e possono muoversi grazie alla spinta del vento.

Definito dalla critica internazionale “un moderno Leonardo da Vinci”, Jansen ama coniugare il sapere scientifico a suggestioni di carattere umanistico, spaziando da sperimentazioni sulla cinetica e la meccanica all’esaltazione della natura e della bellezza.

La mostra s’inserisce nel quadro più ampio degli eventi internazionali che si terranno a Milano nello stesso periodo: le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il Miart e il Salone del Mobile. Non mancano anche attività particolari legate a questa esposizione come viene spiegato sul sito internet ufficiale.

Andy Warhol (Puglia)

“Andy Warhol l’alchimista degli anni ‘60” è questo il titolo della mostra itineranteche vedrà il lavoro di questo artista in Puglia dal 9 maggio al 24 novembre 2019.

Si tratta di un ambizioso progetto di mostra diffusa sul territorio, lanciato da Puglia Mice Experience e Associazione Metamorfosi, in collaborazione con la Regione Puglia e i comuni di Martina Franca, Mesagne e Ostuni, dopo il successo ottenuto l’anno scorso con Picasso | L’altra metà del cielo.

Le location coinvolte saranno in questi tre comuni. Martina Franca con il Palazzo Ducale, Mesagne con il Castello Normanno Svevo e Ostuni con la Casa della Musica.

La mostra si concentra sulla figura di Warhol e sul suo rapporto con il cambiamento dell’America di allora, sul contesto socio-culturale del tempo, facendo conoscere al visitatore l’universo creativo ed estetico di un artista che ha saputo essere interprete e testimone della propria contemporaneità.

La medesima mostra sarà precedentemente visibile all’Orangerie della Villa Reale di Monza (fino al 28 aprile 2019).

Se ti piace condividi... grazie