Salone dell’Auto di Tokyo 2019: tema della rassegna “Oltre il motore”

Salone dell’Auto di Tokyo 2019: tema della rassegna “Oltre il motore”

25 Ottobre 2019 Off Di Paola Montonati
Condividi se ti piace

L’edizione 2019 del Salone dell’Auto di Tokyo, dal 25 ottobre al 4 novembre presso il Makuhari Messe di Chiba è uno degli eventi più grandi e importanti nel campo dell’automotive.

Quest’anno l’evento sarà aperto dalle 10 alle 20 dal lunedì al venerdì, mentre dalle 10 alle 18 il sabato e la domenica presso la Tokyo Big Sight (3-11-1 Ariake, Koto-ku, Tokyo), il centro congressi più grande nel Paese del Sol Levante. 

Simbolo della manifestazione è Oltre il motore, il concetto sul quale si basa questa nuova edizione del salone nipponico, dove si punterà a una ridefinizione del concetto di automobile, che prende le mosse dalle tecnologie più avanzate per mostrare le nuove opportunità per l’innovazione e per il business del mondo dell’automotive.

La realtà virtuale sarà la protagonista del Tokyo Motorh Show, confermandolo l’autosalone più futuristico di sempre e le case nipponiche presenti all’evento faranno a gara per contendersi l’attenzione del pubblico mondiale che arriverà al Tokyo Motor Show.

Ad esempio Nissan presenterà un prototipo di city-car chiamato IMk, che farà parte della gamma Intelligent Mobility, dove comunicando col proprio smartphone sarà possibile parcheggiare il mezzo, mentre Honda presenterà la quarta generazione di Jazz che avrà un nuovo powertrain ibrido, il nuovo HR-V, il minivan Freed, la Shuttle SW e una nuova berlina disponibile su tutti i mercati globali.

Lexus vedrà un prototipo 100% elettrico, per la mobilità quotidiana a bordo del mezzo a quattro ruote, oltre a un nuovo modello che avrà due motori a benzina V6 da 3,5 litri, uno dei quali con il sistema Lexus Hybrid Drive, e una supercar da più di 200.000 dollari nata dal modello LC chiamata LC-F, con 600 cavalli di potenza grazie a un motore biturbo V8 con una cilindrata di 4 litri e Mazda proporrà la sua prima auto full-electric.

Invece Subaru avrà il nuovo Levorg, in una veste sportiva, e la nuova Wrx Sti, che sarà l’ultima edizione a montare il motore boxer EJ20 e la Mitusbishi presenterà una concept-car chiamata Mi-Tech Concept, un mezzo elettrico ad alte prestazioni. Super Height K-Wagon Concept è il nome di una minicar, full-electric, disponibile per il mercato giapponese.

Daihatsu avrà 11 concept per auto innovative e convenienti, con le Cope, la Thor, la Boon, la Canbus che compongono le sportive; mentre le Grand Custom puntano tutto sull’eleganza del settore luxury a basso prezzo.

Suzuki mostrerà cinque anteprime mondiali, come Waku Spo, una minicar ibrida plug-in dal carattere sportivo in grado di cambiare parzialmente aspetto con un pulsante, Hustler concept (in due versioni) adatto per la guida su strada e off-road, mentre Hanare sarà un minivan specializzato nella guida autonoma.

Infine Toyota si presenterà con concept car e vetture già annunciate, come la Concept LQ, che punta tutto su un evoluto sistema di intelligenza artificiale e di assistenza virtuale di nuova generazione.

Condividi se ti piace