Settembre è il mese perfetto per visitare i Borghi immersi tra i vigneti

Settembre è il mese perfetto per visitare i Borghi immersi tra i vigneti

18 Settembre 2019 Off Di Conor O'Malley

Settembre è tempo di vendemmia, e nelle aree viticole più prestigiose della nostra penisola in questo periodo sono molti i turisti attratti dalle attività dei viticoltori.

Da qualche anno, infatti, il processo di produzione del vino, che inizia con la raccolta dell’uva, è diventato un evento che lega non solo gli appartenenti al territorio, ma anche coloro che decidono di assistervi.

Sempre più un rituale affascinante e di grande rilievo storico e antropologico, la vendemmia è dunque un catalizzatore per tutti gli appassionati di vino, che vogliono vivere un’esperienza vera a contatto con la natura. Scopriamo quali sono i borghi italiani che potrete approfittare per visitare in questo inizio di autunno.

Una delle zone viticole più rinomate al mondo si trova in Piemonte, dove viene prodotto il famoso Barolo. L’omonimo comune situato in provincia di Cuneo sorge su un piccolo altopiano circondato da dolci rilievi ricchi di vigneti, che costeggiano il panorama a perdita d’occhio.

Durante il periodo della vendemmia, Barolo si veste a festa e sono tantissime le attività dedicate ai turisti. Come i percorsi enogastronomici alla scoperta dei sapori del luogo, o le visite alle cantine dove le bottiglie del pregiato vino vengono alla luce.

La terra del Chianti è ricca di splendidi borghi tutti da scoprire. Uno di questi è Montepulciano, piccolo paese situato su un’altura dell’entroterra toscano.

Qui, tra settembre e ottobre, i vigneti attirano tantissime persone pronte ad assaporare il lavoro di una volta, aggregando residenti e villeggianti che desiderano provare un’esperienza decisamente diversa dal solito. Tra le altre cose, in questo periodo vengono organizzate numerose sagre dedicate alle prelibatezze tipiche della zona.

In Trentino Alto Adige possiamo visitare Appiano sulla Strada del Vino, terra di vigneti, di laghi e di splendidi castelli. Una nomea che si è creata per il suoi magnifici paesaggi naturali, per le antiche fortezze che sorgono sul suo territorio e, naturalmente, per le numerose zone viticole che danno origine a diversi vini pregiati.

Lungo la famosa Strada del Vino che dà nome al comune sorgono ben 9 pittoreschi paesini che hanno una lunga tradizione di vendemmia. Dunque, qual posto migliore per dedicarsi a questa particolare attività?

Nella zona dei Castelli Romani c’è un’altra importante Strada del Vino che tocca anche Rocca di Papa. Il piccolo borgo si trova a pochi chilometri dalla capitale e sorge nei pressi del Parco regionale dei Castelli Romani.

Una delle attività principali è la coltivazione di vigneti molto famosi, da cui nascono pregiati vini bianchi come il Frascati e il Marino.

Ed è proprio durante il periodo della vendemmia che il paese si prepara a lunghe giornate di lavoro, e a serate di intrattenimento con sagre e feste per riposarsi dalle fatiche della raccolta dell’uva.

È in Puglia, su una fertile piana che si estende fino alle coste affacciate sul Golfo di Taranto, che sorge Manduria. Il piccolo borgo salentino è rinomato in tutto il mondo per alcuni prodotti tipici locali: il suo squisito olio, una deliziosa variante di pomodorino e, naturalmente, il Primitivo di Manduria.

Un vino molto raffinato, che si produce solo dai vitigni presenti in queste zone. E alla fine dell’estate, il paese si anima per le attività connesse alla raccolta dell’uva, un vero e proprio rituale che unisce l’intera popolazione.

Il piccolo paesino di Morro D’Alba, nell’entroterra marchigiano, è da sempre una delle località più belle della regione. Immerso nel verde delle colline, il borgo è luogo di produzione della rinomata Lacrima di Morro d’Alba. Nei suoi dintorni, i vigneti si distendono a perdita d’occhio, regalando ai visitatori un panorama da sogno.

Ampia zona collinare che precede le Prealpi Veronesi, la Valpolicella è una delle aree più rinomate per quanto riguarda la produzione vinicola italiana.

È proprio in queste campagne, dove sorge il piccolo borgo di Marano, che si coltivano alcuni dei vitigni più famosi al mondo, dai quali nascono diverse varietà di vini, tra cui il prestigioso Amarone.

Attraversare queste terre nel periodo della vendemmia è un vero spettacolo: un tripudio di colori e di allegria che pervadono l’ambiente.

FONTE: SiViaggia